Armonie. Incontri musicali 2018 - Comune di Castelbolognese

Skip to main content
 
 
 
 
Sei in: Home / Archivio notizie / Armonie. Incontri musicali 2018  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Armonie. Incontri musicali 2018

 

Ultimi due appuntanti diArmonie. Incontri musicali(febbraio-marzo 2018), promossi dall’assessorato alla cultura del Comune di Castel Bolognese, rispettivamente domenica 4 marzo e mercoledì 7 marzo quale anteprima della Giornata internazionale della donna 2018.

Domenica 4 marzo, alleore 17.30, nella Chiesa di Santa Maria della Misericordia,Paola Matarrese & Pietro Beltraniin Ballate in direzione ostinata e contraria. Omaggio a Fabrizio de André, Luigi Tenco, Gino Paolicon Paola Matarrese, soprano, e Pietro Beltrani al pianoforte. “Fabrizio, Luigi, Gino: grandi “scultori” della parola cantata, amici, complici nel lasciare un’impronta indelebile nella canzone d’autore italiana sono qui celebrati nel loro estro, genio, in perfetto equilibrio tra improvvisazione e composizione, tradizione e innovazione musicale.E lontano, lontano nel tempo…Ricordi, sbocciavan le viole?…. Senza fine tu trascini la nostra vita…Dalla loro forza poetica e musicale ne esce un’opera di dimensioni e forme senza tempo, alla quale ancora oggi la canzone colta attinge cogliendone gli echi di un nobile, umile gesto creativo e di un profondo e urgente sentire.

Concerto di chiusura della rassegna mercoledì 7 marzo- anteprima della Giornata internazionale della donna 2018) - alle ore 21.00, nella Chiesa di Santa Maria della Misericordia, con il gruppo femminile Red Roses in Echi da tempi lontani con Giulia Vasapollo (arpa celtica, voce) e Marta Ghezzi (violino): un viaggio musicale nelle terre d’Irlanda, Scozia, Inghilterra, Bretagna, dal quale riaffiorano echi da tempi lontani, dal Medioevo al Rinascimento fino al folk odierno e al klezmer. L’ingresso con offerta libera a favore di SOS donna  - Centro antiviolenza di Faenza.

Paola Matarrese(soprano) è uno degli esempi di eclettismo più straordinari del panorama musicale italiano: già protagonista del 19° Zecchino d’Oro, studia canto lirico e cameristico e pop-musical con L. Cottifogli, L. De Lisi, E. Battaglia, W. Matteuzzi, G. Banditelli, M. Andalò, E. D’Aleo e si laurea in Canto conseguendo il Diploma accademico di II livello con il massimo dei voti e la lode. Si perfeziona all’Académie d’Eté di Nizza e ai Corsi di Liederistica di Acquasparta. Vincitrice del Premio Piero Boni per giovani cantanti lirici, è protagonista di alcuni importanti allestimenti operistici; si è distinta nel panorama nazionale del musical inTrouble in Tahitidi L. Bernstein e nel ruolo di Grizabella inCatsdi A. L. Webber. Grazie alla sua versatilità vocale nel repertorio lirico e moderno italiano è spesso invitata a cantare per la promozione della cultura italiana all’estero. È  docente e coach di canto per i corsi base (Lirica e Popular) presso il Conservatorio di Rovigo e detiene la Cattedra di Canto pop presso la Nuova Scuola Comunale di Musica di Imola. Dal 2015 tiene corsi di vocalità e repertorio storico (dal ‘500 al ‘900), legati a percorsi di storia dell’arte presso l’Università Primo Levi di Bologna e Università Aperta di Imola. Approfondisce da anni la sua competenza tecnico-vocale e fisiologica collaborando con Franco Fussi in convegni e pubblicazioni. Nel campo della liederistica e della canzone popolare d’autore ha tenuto centinaia di concerti in Italia e all’estero grazie ad un vastissimo repertorio con frequenti incursioni nel teatro e nel camerismo contemporanei e numerose prime esecuzioni. Ha all’attivo la registrazione di vari compact disc; nel 2014 è la voce del soprano della campagna pubblicitaria del gruppo Cantine Ferrari scritta dal compositore Fabrizio Campanelli, autore tra i più noti di spot pubblicitari; nel 2015 - 2016 partecipa in qualità di soprano al Credem Road Show, spettacolo promosso e finanziato dall’Istituto Bancario Credem con tappe in prestigiosi teatri, palazzi e ville italiane. L’ultima evoluzione concertistica è dedicata ad una commistione della vocalità e dei generi: nel 2012 nasconoMusic 4 a while(repertorio dall’aria barocca al jazz classico fino al pop-rock) eL’universo di Faber - La sfera del tempo(contributo al cantautorato in chiave colta); è invitata al Festival Nazionale “Ottobre de André 2016”. Cura nel 2008 la direzione artistica del XII Festival di Musica da Camera di Bentivoglio (Bo); dal 2009 l’ideazione, la conduzione e la direzione artistica della rassegna musicale A passo di Musica per il Comune di Sasso Marconi (Bo) e del format Non solo note... con concerti e interviste a prestigiosi ospiti del panorama musicale e culturale; nel 2010 L’Ora delle Fantasie - Viaggio ideale nel mondo del melodramma con il tenore Cristiano Cremonini a Castel Maggiore (Bo).

 

Pietro Beltrani (pianoforte), classe 1989, compie gli studi musicali alla scuola di musica Vassura Baroncini di Imola e in seguito alla scuola di musica “G. Sarti” di Faenza sotto la guida del Maestro Giorgio Farina. Si diploma come privatista a soli diciotto anni al conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti e lode. Ha ottenuto il diploma presso l'Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” (Imola), di cui è il primo allievo imolese, studiando con Franco Scala e in seguito con Piero Rattalino. Ha tenuto masterclass con Daniel Rivera, Michael Dalberto, Pier Narciso Masi, Joaquin Soriano, Alexander Lonquich. Ha conseguito il diploma di secondo livello ad indirizzo interpretativo al conservatorio “B. Maderna” di Cesena, laureandosi con 110 e lode. Ha inoltre ottenuto il diploma di secondo livello ad indirizzo didattico al conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, e l’abilitazione con TFA presso lo stesso istituto. Nel corso degli anni ottiene vari primi premi in concorsi a livello nazionale. Importante la sua affermazione a Castrocaro Terme (agosto 2009), alla tredicesima Rassegna dei migliori diplomati dei conservatori e degli istituti pareggiati d'Italia: è stato uno dei tre vincitori e grazie a questo riconoscimento una sua registrazione è stata inserita nella rivista “Suonare News”. A maggio 2015 è premiato al Concorso Internazionale “G. Martucci” di Novara, come miglior esecutore delle opere dell’autore capuano. A luglio 2015 è premiato come Outstanding Musician al XXIV Concorso Internazionale “Ibla Grand Prize” a Ragusa, dove gli viene riconosciuto il Jazz Award e l’Audience Award. Si è esibito in tutta Italia, suonando in importanti teatri italiani; ha preso parte a numerosi festival italiani fra cui il festival MiTo di Milano-Torino, Piano City di Milano, il Bologna Festival e il Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2012 collabora come pianista con la Sanremo Festival Orchestra. Nel 2013 riceve la Special Mention of outstanding musicianship in occasione della quarantesima edizione degli “Umbria Jazz Clinics” sotto la guida dei Maestri del Berklee College of Music di Boston. A maggio 2016 fa il suo debutto negli USA, dove suona alla Radford University (VA), all’Argentha Theatre di Little Rock (AR) e nella prestigiosa Carnegie Hall di New York. Nel 2015 esce su Spotify il suo primo progetto discografico con arrangiamenti pianistici dei brani di Lucio Dalla. Nel 2016 porta a compimento il primo disco jazz con il suo trio. Il titolo del disco èMy Perfect Day. Sempre lo stesso anno esce su Spotify un altro progetto discografico con il famoso poeta Davide Rondoni dal titoloBastami, non bastarmi amore.Collabora abitualmente con importanti nomi del jazz italiano, fra cui Stefano Senni, Felice del Gaudio, Lele Veronesi, Roberto Bartoli, Massimo Manzi.

 

Red Roses- Le due musiciste si incontrano tra le mura del Conservatorio B. Maderna di Cesena  nel 2012; animate dalla comune passione per la cultura “celtica” ed il repertorio musicale folk, realizzano  il progetto “Red Roses”. Il Duo vanta un'intensa attività concertistica e numerose collaborazioni tra le quali la quinquennale partecipazione alla rassegna “Albe Musicali” organizzata dalla Pro Loco di Pinarella di Cervia che vede le due musiciste protagoniste dei concerti mattutini in riva al mare.  Red Roses si esibisce per ben due volte in “Expo 2015”, all'inaugurazione del “Water Terminal” presso l'aeroporto di Venezia  nel 2016,  in occasione della rassegna musicale “Viaggi dell'anima” di Pieve a Sietina insieme a Massimo Giuntini e Luca Busatti, e in diversi teatri della zona.

Giulia Vasapolloè insegnante di arpa presso la Scuola comunale “G. Faini” di Santarcangelo e “A. Corelli” di Cesena e di propedeutica musicale presso l’Istituto Lettimi di Rimini. Partecipa a diversi progetti didattici in qualità di esperta di musica presso le scuole primarie di Gatteo, Gambettola e Predappio, al Laboratorio “Cesena in musica”, presso la scuola “Fiorita” di Cesena, finanziato dalla Regione Emilia Romagna. Si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio B. Maderna di Cesena. Fin dal principio si esibisce in concerti come solista e in diverse formazioni musicali in Italia e all’estero: nel 2015 e 2016 collabora con l’International Wind Ensemble esibendosi in numerosi concerti nel Wisconsin (USA), in Austria, presso la Cattedrale di Salisburgo, e in Germania. Nel 2017 si esibisce con la Wisconsin Wind Orchestra all'interno della rassegna “Segni Barocchi”. Ha all’attivo quattro tour con arpa celtica in Germania e Portogallo. Si è esibita più volte in Francia, nel 2012 presso il Conservatorio di Le Havre, a Montecarlo presso l’Hotel de Paris e in Svizzera con l’Orchestra di Arpe celtiche Auranova. Dal 2009 è prima Arpa nell’Orchestra A. Corelli con cui svolge un’intensa attività orchestrale.

Nel 2012 pubblica il suo primo cd di musica celticaDelene nel 2016 l’albumBloody Mondayin collaborazione col gruppo Morrigan’s Wake.

Marta Ghezziinizia a suonare il violino con il Maestro Cristian Zangheri presso l’Istituto Corelli di Cesena, prosegue poi il suo percorso di studi al Conservatorio Bruno Maderna , sotto la guida degli insegnanti Walter Bernardeschi, Ramon Volpini ed Enrico Orlando con il quale ha conseguito il diploma nel 2015. Ha seguito corsi e master di alto perfezionamento, alcuni dei quali  con i Maestri Marco Fornaciari, Saverio Piraccini, Paolo Chiavacci, Chiara Morandi, Roberto Noferini e Oleksandr Semchuk. Dal 2012 approfondisce la sua passione per la musica irlandese ed il repertorio folk seguendo le fiddle class di Donal McCague, Oisin Mc Diarmada e partecipando al festival internazionale “Eire - La Festa dei Suoni d’Irlanda” e a “San Benedetto in Alpe Folk Festival”. Tra i progetti musicali: il Quartetto d’Archi Monsignani, l’ensemble da camera “Ottetto Malatestiano” e il duo “Red Roses” con l’arpista Giulia Vasapollo.  Attualmente la violinista collabora con l’Orchestra Filarmonica Malatestiana di Cesena, l’Orchestra “La Corelli” di Ravenna, l’Associazione “CesenArmonica” e la Compagnia Teatrale “Sammarcanda”.

 

Chiesa di Santa Maria della Misericordia, via Emilia Interna n. 86/A - Castel Bolognese (Ravenna)

 informazioni: Unione della Romagna Faentina | Servizio cultura e sport, Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane”, piazzale Poggi n. 6, Castel Bolognese Ra | tel. 0546.655849 - 655827 - 655828 | cultura@comune.castelbolognese.ra.it

 

 

 

Dopo l’eccellente primo incontro musicale di Armonie 2018 con  Ksenia Milas in Paganini by Milas. 24 capricci per violino, la rassegna prosegue domenica 25 febbraio,alleore 17.30, nella Chiesa di Santa Maria della Misericordia di Castel Bolognese con il Quartetto d’Ance Italiano che propone il concertoLe ance si incontrano con Marino Bedetti (oboe), Roberto Ricciarelli (clarinetto), Daniele Faziani (sassofono), Lorenzo Bettini (fagotto); in repertorio brani di Domenico Cimarosa, Wolfgang Amadeus Mozart, François Devienne, Alexandre Tchérepnine, Leonard Bernstein  e Jean Françaix Quatuor.

 

Marino Bedetti(oboe) ha studiato oboe sotto la guida di Sergio Crozzoli al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano dove si è diplomato a pieni voti nel 1982; si è perfezionato in seguito al conservatorio di Berna con Hans Elhorst e Heinz Holliger. Ha iniziato la carriera orchestrale ricoprendo il ruolo di primo oboe presso l’Orchestra Sinfonica Siciliana collaborando poi con importanti orchestre tra le quali l’Orchestra della Svizzera Italiana, Pomeriggi Musicali di Milano, Sinfonica Abruzzese, Milano Classica, Gasparo da Salò di Brescia, Arturo Toscanini di Parma e Sinfonica di Lecco. Si è esibito anche in qualità di solista in importanti stagioni concertistiche Italiane ed estere. Nel 1990, a Berna, ha eseguito il Concerto di Bernd Alois Zimmermann nel Festival a lui dedicato. Ha registrato per diverse testate radiofoniche e televisive e ha inciso per le etichette Tactus, Sirius, Dynamic, Carrara, Bayer-Record e Tiroler Festspiele Erl. Si è dedicato allo studio della filologia esecutiva antica, suonando su strumenti originali, ed alla musica contemporanea partecipando ad importanti festival europei. Dal 2000 collabora con il comitato editoriale dell’associazione Giuseppe Ferlendis di Adrara San Martino (Bergamo), curando le revisioni e le pubblicazioni delle opere del grande oboista del quale ha recentemente inciso l’integrale dei concerti per oboe e corno inglese (Tactus); è membro della giuria nel concorso internazionale a lui dedicato. È docente di oboe al Conservatorio Giovan Battista Martini di Bologna.

Roberto Ricciardelli(clarinetto),  si è diplomato a pieni voti presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna sotto la guida del maestro Giovanni Tedeschi. Fin dalla giovane età ha fatto parte di ensemble cameristici. Ha partecipato a numerosi concorsi di cui si ricorda quello dei Giovani Concertisti di Manta (Cn) classificatosi finalista. Nel 1986 è stato vincitore di una borsa di studio con l'Orchestra della Scuola di Musica di Fiesole. Ha partecipato al Festival Internazionale Culturale della Gioventù a Berlino. Ha vinto il terzo premio con il Quartetto Paul Harvey al concorso nazionale Dino Caravita di Fusignano. Ha seguito corsi di perfezionamento con diversi maestri: Giuseppe Garbarino, Karl Leister, Italo Capicchioni, Riccardo Brengola. Intensa l'attività concertistica in Italia e all'estero; è presente in numerose incisioni di cd, in qualità di primo clarinetto con l'Orchestra Fiati Giovani Artisti Italiani e in composizioni inedite del M° Paolo Renosto per l'etichetta Primrose Music International Ltd. di Londra. Ha ricoperto l'incarico di primo clarinetto presso l'Orchestra Sinfonica Giovanile di Budrio (Bo) esibendosi in numerose città italiane e in Germania. È clarinetto solista nell'Ensemble Musica 900 con il quale ha realizzato incisioni radiofoniche per RAI 3. è stato docente di clarinetto presso i conservatori di La Spezia, Vibo Valentia, Adria, Potenza e Rovigo. Dal 2005 è titolare della cattedra di clarinetto presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Dal 2011 è direttore e cofondatore del Gruppo Musicale Bandistico Come Eravamo Valle Senio di Castel Bolognese, nonché direttore e docente dei corsi bandistici; dal 2015 ricopre anche l'incarico di direttore del Corpo Bandistico di Solarolo.

Daniele Faziani(sassofono) inizia a quindici anni lo studio del saxofono stimolato dal padre Giuseppe, clarinettista e saxofonista, diplomandosi a pieni voti nel 1982 presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna. Primo saxofono per le produzioni liriche al Teatro Comunale di Bologna e, parallelamente, all'interno dell'Orchestra Filarmonica dello stesso teatro, diretto da grandi direttori d'orchestra fra i quali Vladimir Delman, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Mstislav Leopoldovich, Luciano Berio. Dal 1983 al 1993 è Tenor saxofonista nel Quartetto Italiano di Saxofoni; dal 1996 è sax soprano e concertatore nel Quartetto di saxofoni 900 col quale ha tenuto numerosissimi concerti in Italia. Svolge inoltre attività di batterista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra di gruppi di fiati. Si e esibito in concerti in Belgio, Polonia e Giappone. Dal 1986 ad oggi è M° direttore della banda cittadina di Casola Valsenio C.B.G. Venturi Band;  dal 2011 è titolare della  cattedra di sassofono presso il conservatorio  G. B. Martini di Bologna dove ha creato un’orchestra di saxofoni formata da soli studenti e professori, la SaxBo...Orchestra, del quale è direttore, arrangiatore e solista.

Lorenzo Bettini(fagotto) si è diplomato a Bologna con il massimo dei voti sotto la guida dei M° Cabassi e Danzi. Ha collaborato in qualità di primo fagotto con l'orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l'orchestra Toscana, i Pomeriggi musicali di Milano, l'Orchestra da Camera di Padova, i Solisti di Salisburgo. Vincitore di concorsi di musica da camera nazionali e internazionali, collabora con i maggiori ensemble italiani. È  docente al conservatorio G. B. Martini di Bologna di fagotto e musica d'insieme fiati.

 

 

 

Chiesa di Santa Maria della Misericordia, via Emilia Interna n. 86/A - Castel Bolognese (Ravenna)

 informazioni: Unione della Romagna Faentina | Servizio cultura e sport, Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane”, piazzale Poggi n. 6, Castel Bolognese Ra | tel. 0546.655849 - 655827 - 655828 | cultura@comune.castelbolognese.ra.it

 

 

 

Armonie. Incontri musicali 2018, terza edizione di una rassegna moto gradita al pubblico che fino ad oggi l’ha premiata con la propria fedele presenza; la suggestiva Chiesa di Santa Maria della Misericordia, luogo prezioso della rassegna musicale, continua così ad aprirsi a tutta la città grazie alla disponibilità dell’Azienda servizi alla persona della Romagna Faentina proprietaria dell’immobile. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Castel Bolognese propone anche quest’anno quattro appuntamenti pomeridiani, le ultime due domeniche di febbraio e la prima di marzo, chiudendo la rassegna mercoledì 7 marzo con una serata tutta al femminile quale anteprima della Giornata internazionale della donna.

Domenica 18 febbraio primo incontro musicale di Armonie 2018 in collaborazione con il Dipartimento di Archi dell’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro”: alle ore 17.30, nella Chiesa di Santa Maria della Misericordia, il concerto Paganini by Milas.24 capricci per violino con la talentuosa violinista Ksenia Milas.

Per la continua e frequente attività concertistica tra Europa e Russia,Ksenia Milasè riconosciuta come una violinista dalle straordinarie capacità “che sul palcoscenico si trasforma in una solista strepitosa, carismatica e virtuosa” (Denis Shapovalov). Sin dalla più tenera età svolge un’intensa attività concertistica: a otto anni debutta come solista con l’Orchestra Filarmonica Statale di S. Pietroburgo. A nove anni vince il primo premio assoluto al Concorso Internazionale in Grecia (Atene, 2000). Questo premio è seguito da altre numerose vincite e riconoscimenti, riscuotendo sempre consensi unanimi da parte delle giurie e del pubblico in occasione di concorsi in Russia e all'estero. Ha frequentato corsi di perfezionamento con maestri di fama internazionale tra i quali S. Accardo, E. Grach, Z. Bron, M. Martin, K. Wegrzyn ed altri. Collabora con vari direttori d’orchestra, tra i quali Vasily Petrenko (Russia-Norvegia), Lit Gregory (USA), Darrell Ang (Singapore), Anatoliy Ribalko (Russia) e Ronald Masin (Germania). Nel suo percorso artistico si contato numerose collaborazioni: B. Canino, R. Koelman, O. Mandozzi, A. Farulli, L. Gorokhov, D. Shapovalov, G. Gnocchi e molti altri. Dal 2010 è la più giovane insegnante dell'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri con il Maestro" di Imola, dove trasmette con passione gli insegnamenti della prestigiosa scuola violinistica russa ai suoi numerosi allievi. Direttore dell’Accademia è il Maestro Vladimir Ashkenazi. Nel 2017 ha inciso per l’Anima Records (Parigi) l’integrale delle Sonate per Violino Solo Op.27 di E. Ysaÿe, progetto sostenuto e riconosciuto da due critici musicali di livello mondiale quali Sandro Cappelletto (“La Stampa”, Italia) e Tully Poter (“The Strad”, UK) che ne hanno curato la parte introduttiva. Suona un violino di G. Cappa del 1679 e l’arco “Marte” di G. Lucchi.

www.kseniamilyavskaya.com - www.facebook.com/KseniaMilas - www.youtube.com/c/KseniaMilas

…Il violino di Milas possiede… un suono, limpido, mai sporcato da imprecisioni o incertezze nell'attacco onella chiusura di una nota, di una frase, affascina per una particolare natura che lo contraddistingue: sinuosa e imprevedibile, calma e guizzante, viva nella brillantezza saettante di un passaggio nel registro acuto…

Sandro Cappelletto (giornalista, critico musicale)

 Ben altra qualità di suono esprime… Ksenia Milyavskaya. …ha dimostrato, più che nella stucchevole Sonata op. 75 di Saint-Saëns, nella seconda Sonata di Prokofiev, stagliata con grande duttilità espressiva, ricchezza di sfumature e profondità di analisi stilistica.                                             Cesare Galla (giornalista, critico musicale)

 Chiesa di Santa Maria della Misericordia, via Emilia Interna n. 86/A - Castel Bolognese (Ravenna)

 informazioni: Unione della Romagna Faentina | Servizio cultura e sport, Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane”, piazzale Poggi n. 6, Castel Bolognese Ra | tel. 0546.655849 - 655827 - 655828 | cultura@comune.castelbolognese.ra.it

 
comstaArm18-1 (1.792kB - PDF)
Locandina Armonie 2018 (1.347kB - PDF)
progsalaArm18QdAItadef (1.796kB - PDF)
comstaArm18-3 (1.842kB - PDF)